Concetti base per una Strategia del Contenuto

Senza contenuto di qualità siete invisibili a Google. Per capire cosa succede sul vostro sito, Google “legge” il testo. Tutte le informazioni testuali sul sito hanno importanza per Google, ma generalmente i motori di ricerca, Google in particolare, hanno un pregiudizio nei confronti delle parole chiave.

Le parole chiave, “keywords”, sono un passaggio importante per ogni strategia del contenuto. Dobbiamo trovare le parole in voga nel nostro mercato ed utilizzarle al meglio. Al contrario di ciò che veniva fatto negli anni ‘90, quando i motori di ricerca erano meno sofisticati, il keyword stuffing, riempire il sito di keyword senza un contenuto vero, non è più visto di buon occhio da Google e questo come abbiamo visto può penalizzare di molto il nostro business.

Il migliore utilizzo che possiamo fare per le keyword è interno, possiamo utilizzare le parole chiave internamente alla compagnia come spunti ed ispirazione per la creazione della nostra offerta e del contenuto. Molto probabilmente le nostre keywords coincideranno con ciò che gli utenti desiderano, un servizio o un prodotto, dobbiamo quindi impegnarci a costruire contenuto interessante ed informativo attorno alle parole chiave scelte per attirare l’attenzione di Google che, una volta valutata la rilevanza del nostro contenuto rispetto alle ricerche degli utenti deciderà se premiarci e proporre il nostro sito tra i primi risultati di ricerca.

Una volta creato un pezzo di contenuto, va anche condiviso. Le parole chiave, utilizzate per fare SEO e marketing con il vostro sito internet, possono essere usate anche in forma di hashtags (ad esempio: #parolachiave ) sui vari social media, questo può aiutare la diffusione del contenuto per audience specifiche e se il post è pubblico e contiene un link al vostro sito, può addirittura essere considerato come parametro positivo nell’assegnazione del Google pagerank alla pagina linkata.