Guida Content Strategy Marketing in 7 passi

Content Strategy Guida Marketing 2021

7 passi per creare contenuti interessanti ed efficaci che porteranno traffico di qualità al tuo sito web. Scopri come sviluppare campagne di content strategy marketing vincenti.

Fare content strategy marketing, il marketing della strategia di contenuto, non significa semplicemente scrivere di un qualsiasi argomento, inserire alcune parole chiave, pubblicare un post di blog sul tuo sito e aspettarti grandi risultati.

Attirare traffico targettizzato, profilato e redditizio, sul tuo sito e generare leads in entrata richiede una ricerca approfondita, un’attenta pianificazione e lo sviluppo di una campagna di content strategy marketing perfettamente funzionante.

Una volta che ci si è focalizzati sull’utilizzo delle giuste parole chiave, la nostra campagna di content strategy marketing sarà tutta incentrata sulla produzione di contenuti, testi, video audio… che possano risolvere alcuni problemi per il nostro pubblico.

Per dare informazioni utili ed interessanti, bisogna capire chi sono i potenziali clienti e di cosa hanno bisogno. Questa “profilazione” ci guiderà nella creazione di contenuti con uno scopo ben preciso.

Scrivere con intento ti consente di aumentare il numero di visitatori del sito web che arrivano dalla ricerca organica, cioè da ricerche spontanee e non da campagne pubblicitarie.

Questo tipo di traffico può portare migliaia di contatti di qualità ed aiutarti chiudere molte vendite.

Come si crea una campagna di content strategy marketing efficace?

Si inizia dalle basi, i fondamentali per la creazione di contenuti, sempre mantenendo la SEO ed i nostri obiettivi in primo piano.

Se dopo aver pubblicato i tuoi contenuti, il tuo sito web non riceve traffico, è il momento di rimboccarsi le maniche e iniziare a strategizzare.

Qui sotto troverai 7 tattiche per aiutarti a creare contenuti che massimizzeranno le opportunità per la SEO.

1. Definisci il tuo pubblico ideale

L’obiettivo di una campagna di content strategy marketing è creare un’esperienza utente (UX) positiva e fornire le informazioni più pertinenti possibile rispetto agli interessi ed i bisogni del tuo segmento di pubblico.

Per creare contenuti che risuonino con gli utenti, dobbiamo prima conoscere e definire quel pubblico.

Ecco alcune domande che possono aiutarci per profilare il nostro mercato di riferimento:

Chi sono i tuoi clienti attuali?
Identificando le caratteristiche dei tuoi clienti esistenti, puoi farti un’idea di chi potrebbero essere i tuoi potenziali clienti. Guarda i dati quantitativi e qualitativi; l’età, il sesso, il comportamento di acquisto, il coinvolgimento sulle pagine del tuo sito web.

 

Chi è attratto dalla tua concorrenza?
Scopri il tipo di persone che interagiscono con i tuoi concorrenti. Guarda gli account dei tuoi concorrenti sui social media, i commenti sul loro blog e le recensioni dei clienti. Dalle persone soddisfatte, cosa gli piace? Fino a quelli che sono scontenti, saresti in grado di soddisfare tu le loro esigenze?

 

Che cosa hai da offrire?
Pensa ai prodotti e ai servizi che offri e come possono interessare i tuoi potenziali clienti.

 

Come viene percepita la tua azienda/attività?
Sai cosa pensano i tuoi potenziali clienti di te e dei tuoi prodotti? Fai un sondaggio sui social media e con i tuoi clienti esistente, scopri cosa stai facendo bene, cosa potresti migliorare e che tipo di informazioni queste persone si aspettano da te.

Dopo aver raccolto tutti questi dati, segmenta il tuo pubblico e sviluppa “personas” (personaggi ideali) per creare contenuti personalizzati che soddisfino le esigenze specifiche dei gruppi che vuoi raggiungere.

Le “personas” rappresentano i clienti ideali e forniscono un modo per classificare ulteriormente il tuo pubblico per ottenere il massimo impatto con la tua campagna di content strategy marketing.

2. Definisci la tua area di compentenza

Dopo aver identificato il tuo pubblico e capito cosa vogliono queste persone, puoi iniziare a buttare giù idee per argomenti di contenuto.

Sebbene il tuo obiettivo sia quello di creare contenuti interessanti, che le persone abbiano voglia leggere, la tua esperienza, servizi o prodotti, dovrebbero essere il filo conduttore di tutto quello che scrivi.

Quali informazioni puoi dare al tuo pubblico di destinazione in maniera autorevole e informata?

Bene, quella sarà la tua area di competenza.

3. Trova le parole chiave che soddisfano le esigenze del pubblico e che includano la tua area di competenza

Hai notato che la ricerca di parole chiave non era nemmeno tra i primi due passaggi della nostra strategia di contenuto? Questo perché, per creare contenuti esaustivi che risuonino con le persone, devi prima sapere chi stai raggiungendo e quale obiettivo vuoi raggiungere.

Solo ora possiamo ricercare le parole e frasi che potrebbero indirizzare i tuoi lettori verso argomenti interessanti per loro.

Ecco come fare:

Passaggio 1: inizia con una ricerca generica correlata ai tuoi contenuti principali, prodotti e servizi.

Passaggio 2: restringi i risultati considerando questi fattori:

  • Variazioni lunghe delle parole chiave
  • Caratteristiche del prodotto o servizio
  • Domande che le persone potrebbero chiedere a Google per trovare il tuo marchio e i tuoi prodotti o servizi
  • Problemi dei tuoi concorrenti che puoi risolvere con i tuoi prodotti e servizi

Passaggio 3: mescola gli ingredienti.

Ora dovresti essere in grado di costruire un elenco preliminare di idee per iniziare la ricerca. Non dimenticare di includere parole chiave a coda lunga che ti consentano di approfondire ulteriormente la tua area di esperienza. Le parole chiave a coda lunga sono più specifiche di altre parole chiave generiche ed aiutano ad indirizzare meglio i tuoi contenuti.

Tieni presente che tutto questo è solo un punto di partenza. Mettiti sempre nei panni del tuo pubblico esegui delle tue ricerche su Google e prendi nota del tipo di contenuti che si posiziona nei primi 5 risultati.

Passaggio 4: utilizza programmi specifici per la ricerca delle parole chiave.

Ora che hai un elenco approssimativo di parole e frasi, puoi misurarle attraverso il tuo strumento di ricerca preferito come ad esempio “Ubersuggest” (gratuito). Ciò contribuirà a individuare le parole chiave che produrranno i migliori risultati.

ricerca parole chiave SEO strategia contenuti

esempio di programma di ricerca delle parole chiave

Più parole e frasi correlate troverai, più mirati potranno essere gli obiettivi dei contenuti che andrai a produrre.

Ci vorrà un po’ di tempo per misurare e vagliare le parole chiave nel tuo strumento di ricerca, ma credici: è tempo ben speso!

4. Ottimizza la tua campagna di content strategy marketing, ovunque puoi

Ora che abbiamo una lista di parole chiave, possiamo incorporarle nei testi ed utilizzarle come una guida per creare contenuti esaustivi e performanti.

Durante la stesura dei tuoi contenuti, approfitta di ogni opportunità SEO:

  • Includi le parole chiave principali nel titolo H1, H2s e meta descrizione. Google rileverà più facilmente i tuoi articoli e utilizzerà questi elementi per classificare la tua pagina.Content Strategy Marketing parole chiave risultati di ricerca SEO
  • Metti il tuo pubblico al centro della tua strategia di contenuti e pubblica articoli con parole chiave pertinenti alle loro esigenze.
  • Costruisci l’identità del tuo brand e incrementa la fidelizzazione dei tuoi clienti pubblicando regolarmente. Le persone attenderanno i tuoi post e apprezzeranno l’opportunità di poter imparare gratuitamente dal tuo brand.

Ottimizzando i tuoi contenuti, aumenterai le possibilità di posizionamenti importanti nelle classifiche di ricerca, quindi una maggiore visibilità e un aumento del traffico per il tuo sito web.

5. Mantieni contenuti ed informazioni sempre aggiornati

L’ottimizzazione non è finita una volta che il tuo articolo è stato pubblicato.

La creazione di contenuti utili è fondamentale per una strategia dei contenuti SEO ma è altrettanto importante ricordarsi di aggiornare costantemente gli articoli.

I risultati della ricerca e le tendenze del pubblico sono in continua evoluzione ed i riferimenti che utilizzi possono diventare rapidamente obsoleti e considerati “vecchi”.

Ad esempio: alcune pagine web esterne al tuo sito a cui potresti aver collegato i tuoi articoli potrebbero non esistere più o aver cambiato contenuto e quindi non rispondere più a tuo favore.

Un sito che pubblica informazioni obsolete o con links rotti perde la fiducia del lettore e dei motori di ricerca. Cerca sempre di mantenere una buona reputazione con il tuo pubblico (e con Google).

Mostra loro che il tuo sito è fresco, aggiornato e una fonte affidabile di informazioni utili.

6. Mantieni e gestisci direttamente i tuoi contenuti

Per mantenere il pieno controllo su come vengono pubblicati i tuoi contenuti, è meglio ospitare il tuo materiale sulla tua piattaforma.

Pensa alla pubblicazione sui social media e sui siti di terze parti come siti di annunci e forums.

In qualsiasi momento e senza preavviso, quel sito web può chiudere o limitare il traffico verso i tuoi articoli.

Quando sono in gioco conversioni e vendite, è una cosa che dovrebbe farti paura.

Non solo questo rappresenterebbe una perdita di tempo e risorse, ma è anche una perdita di potenziali affari.

L’unico modo per controllare il futuro dei tuoi articoli e contenuti SEO è ospitarli sul tuo sito web.

Questo non vuol dire che non dovresti prendere in considerazione l’idea di collaborare con altri siti web come affiliato o come guest writer.

Ma la priorità per la tua strategia di contenuto dovrebbe essere la pubblicazione dei tuoi articoli sul tuo sito.

7. Tieni traccia dei risultati SEO della tua strategia di contenuto

Ci vuole un bell’investimento in termini di tempo e risorse per sviluppare una strategia di contenuto ben pianificata. E quando ricevi i risultati, ne vale assolutamente la pena!

Per determinare se i tuoi sforzi valgono la pena di tutto questo impegno, devi misurare costantemente il successo della tua strategia di contenuto.

Verifica continuamente l’andamento monitorando:

  • Traffico organico: un buon strumento di analisi dei dati web può aiutarti a determinare se stai ottenendo risultati nelle classifiche di ricerca
  • Pagine indicizzate: controlla sempre le console dei motori di ricerca per vedere quali pagine sono indicizzate e quali no.
  • Conversioni: più efficace è la tua strategia, più conversioni guadagnerai. Poche conversioni? Bisogna cambiare qualcosa…

Il monitoraggio di queste metriche non solo ti aiuterà a misurare il successo; ti mostrerà opportunità di miglioramento, che possono essere ugualmente (se non più) preziose.

Raggiungi i tuoi obiettivi con una campagna di content strategy marketing

Una strategia di contenuto basata sui principi della SEO e della UX (esperienza utente) genererà traffico e produrrà profitto per la tua attività.

Mentre costruisci il tuo piano, ricorda sempre che la ricerca che conduci sarà determinante per identificare il tuo pubblico e la tua area di competenza.

Se conoscerai a fondo il tuo pubblico, produrrai articoli e contenuti informativi ed esaustivi, arricchirai l’esperienza utente per i tuoi clienti e migliorerai la visibilità del tuo brand.


Potrebbe interessarti anche:

Guida al Marketing Digitale

SEO per e-commerce

Capire l’intento di ricerca degli utenti

Manuel Sabatino

Manuel è un Interaction Designer. Co-fondatore dell'agenzia Strictlydata. Si occupa di UX, UI e Web Design, SEO e Marketing Digitale.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hai un progetto in mente?

Ti richiamiamo noi. Compila il form.

Per quale servizio ci contatti?

6 + 8 =

Ricevi un Audit Gratuito del tuo sito web

Trattamento dati personali

15 + 14 =